Grazie!

La prima edizione di philExpo – una settimana di filosofia in Svizzera si è appena conclusa. Moltissime le occasioni di discussione, scambio, scoperta e conversazione attorno ad una miriade di tematiche storiche e di attualità, unite dall’interrogativo: “Cosa vogliamo sapere?”. Ringraziamo tutte le persone che hanno  partecipato alle iniziative, le oratrici e gli oratori, chi ha animato i workshops e le attività, nonché le tantissime associazioni e istituti che hanno collaborato a fare di questa settimana così ricca un’esperienza straoridinaria per molte persone.

Gli eventi organizzati nell’ambito del festival hanno raggiunto e coinvolto molte persone interessate alla filosofia e attratte dai formati creativi e dai fruttuosi ibridi tra filosofia, letteratura e arti di molte iniziative. Gli incontri su argomenti specifici e i workshop tematici hanno mobilitato ricercatori e pubblico interessato che hanno viaggiato e stabilito una rete di contatti a livello nazionale e internazionale. Lo sviluppo e la realizzazione delle attività del festival hanno coinvolto ricercatori, insegnanti, studenti e autori. La “rete” che ha reso possibile l’evento comprende molte persone che praticano, insegnano, divulgano o semplicemente si interessano di filosofia, in Svizzera e nei Paesi vicini. Il festival ha così affrontato la domanda “Cosa vogliamo sapere?” declinandola attraverso un’ampia gamma di temi e questioni. Sono stati affrontati temi storici, teorici, epistemologici ed etici, oltre a questioni di grande rilevanza per l’attualità e il dibattito pubblico.

Accanto a temi come il sé, la coscienza e il rapporto con la verità, nel corso della settimana sono state discusse questioni globali come il cambiamento climatico e il suo rapporto con i sistemi produttivi, la digitalizzazione e le trasformazioni del mondo del lavoro, della comunicazione e della sfera privata, il ruolo politico della filosofia, dello spazio europeo e della solidarietà. Nel considerare queste grandi questioni e l’impatto che le incertezze del tempo in cui viviamo hanno sugli individui e sulle comunità, iniziative come quelle ospitate nell’ambito di questo festival cercano di creare lo spazio necessario per la co-costruzione di nuove narrazioni, che permettano un profondo ripensamento delle strutture e dei processi della conoscenza e delle pratiche sociali.


Per questo motivo rinnoviamo la nostra gratitudine a tutti coloro che hanno partecipato e reso possibili i numerosi eventi di questo primo festival nazionale di filosofia.

Unterstützt von: - - Avec le soutien de: - - Con il sostegno di:

supporter-loterie-romande

Dr. Charles Hummel Stiftung

Share this:

Like this:

Like Loading...
%d bloggers like this: